Valvole TPMS obbligatorie da novembre 2014

Sensori TMPS

Da novembre 2014 è obbligatorio, per i veicoli di nuova costruzione, dotare le ruote di valvole con sistemi TPMS (Tyre Pressure Monitoring System) per il controllo della pressione costante degli pneumatici.

La norma fa parte del regolamento comunitario 661, discusso e approvato nel 2009. La norma prevede che tutte le auto messe in commercio in Europa dal mese di Novembre 2014 devono essere dotate di serie di un sistema di controllo della pressione degli pneumatici per ottenere l’omologazione.

Il sistema di controllo della pressione degli pneumatici ha due modalità di funzionamento. C’è il TPMS indiretto, che consiste in una funzione software installata nelle centraline che gestiscono l’ABS e l’ESP. Il software rileva la differenza di pressione degli pneumatici confrontando la velocità di rotazione di ogni ruota, tenendo sotto controllo tali dati e segnalando un’eventuale perdita di pressione attraverso un spia luminosa sul cruscotto. Il sistema indiretto quindi segnala solo un eventuale calo di pressione degli pneumatici, senza fornire dati precisi ed istantanei. Il TMPS diretto invece si basa su dei sensori installati all’interno di ogni ruota, che comunicano via radio con la strumentazione del veicolo, fornendo dati in tempo reale. Il vantaggio del sistema diretto è la quantità di dati che può visualizzare, permettendo al guidatore di tenere costantemente sotto controllo la pressione di ogni pneumatico, conoscendone la misura precisa.

I vantaggi dell’utilizzare gli pneumatici ad una pressione ottimale sono numerosi e non riguardano soltanto la sicurezza. Quando la ruota è sgonfia, si rischia di danneggiare le gomme e se si percorre un lungo tratto in tali condizioni, si rischia la fuoriuscita dello pneumatico dal cerchio, con il conseguente scoppio. Anche i consumi sono influenzati dalla corretta pressione, così come l’affidabilità della vettura stessa a livello aderenza.

Comments for this post are closed.